Emergenza Territori Alluvionati

ULTERIORI AGEVOLAZIONI A SOSTEGNO DELLE POPOLAZIONI COLPITE DALL’ALLUVIONE DEL MAGGIO 2023

Con Deliberazione 565/2023/R/com del 30 Novembre 2023 (“Disposizioni urgenti in materia di agevolazioni tariffarie a favore delle popolazioni maggiormente colpite dagli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal 1° Maggio 2023”) l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente ha disposto le seguenti ulteriori agevolazioni in favore delle popolazioni maggiormente colpite dagli eventi meteorologici eccezionali verificatisi a partire dal 1° Maggio 2023 (alluvioni).

  1. BENEFICIARI
    Le agevolazioni si applicano alle utenze di energia elettrica e gas naturale attive alla data del 1° Maggio 2023 relative ad abitazioni private o sedi aziendali nei Comuni o frazioni di Comuni compresi nell’elenco di cui all’Allegato 1 al decreto legge 61/2023, qualora siano state compromesse nella loro integrità funzionale in conseguenza degli eventi alluvionali.
  2. COME OTTENERE LE AGEVOLAZIONI
    Le agevolazioni sono riferite alle fatture commerciali relative ai consumi di energia elettrica e gas di competenza dei mesi di Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre ed Ottobre 2023.
    L’avente diritto alle agevolazioni (titolare di utenze domestiche o non domestiche) è tenuto a presentare al fornitore di energia elettrica e gas naturale un’apposita autodichiarazione resa ai sensi dell’art. 47 del d.P.R. 445/2000, contenente anche gli elementi identificativi della fornitura/utenza (vedi modulo sotto riportato).
    Tale dichiarazione è necessaria anche se ha già in precedenza inoltrato la dichiarazione di compromissione dell’integrità funzionale dell’immobile.
    La dichiarazione dovrà attestare che, in conseguenza degli eventi alluvionali:
    – (se cliente domestico) l’abitazione servita dall’utenza o fornitura sia risultata compromessa nella sua integrità funzionale sulla base di: (i) ordinanza di sgombero, (ii) ordine di evacuazione, (iii) idonea documentazione rilasciata dal Comune territorialmente competente
    – (se cliente non domestico) la sede servita dall’utenza o fornitura sia risultata compromessa nella sua integrità funzionale sulla base di: (i) una perizia asseverata o giurata, con riferimento ai soli danni tali da rendere necessaria la ricostruzione dell’immobile e/o la sua delocalizzazione (anche se temporanea).
  3. COME SARANNO APPLICATE LE AGEVOLAZIONI
    Le agevolazioni saranno applicate alle fatture emesse o da emettere in riferimento alle competenze del periodo da maggio a ottobre 2023. I beneficiari saranno i clienti che attesteranno il possesso dei requisiti sopra riportati, anche nel caso in cui abbiano già provveduto al pagamento, parziale o totale.
    In particolare:
    – Se ha già pagato l’importo totale dovuto, le agevolazioni tariffarie le saranno riconosciute e applicate in detrazione dalla prima bolletta utile.
    – Se ha pagato alcune delle rate concesse in precedenza ma non ha ancora pagato l’intero importo dovuto, saranno sospesi i termini di pagamento delle rate ancora da pagare e sarà riemessa una nuova fattura che terrà conto delle agevolazioni tariffarie, ricalcolando l’importo residuo da corrispondere. La fattura di conguaglio di nuova emissione sarà rateizzata in un numero di rate pari a quelle non ancora scadute, di importo costante e non inferiore a 20 euro, senza interessi e con una periodicità di emissione uguale a quella già applicata (bimestrale o mensile).
    – Se ha beneficiato della proroga del termine di pagamento delle fatture al 31 ottobre 2023 (Del. 390/2023/R/com), entro il 31 marzo 2024 riceverà una fattura di conguaglio, comprensiva delle agevolazioni tariffarie, che terrà conto degli importi sospesi fino al 31 ottobre 2023 (competenze maggio-ottobre 2023): anche questa fattura sarà rateizzata nel rispetto dei criteri già definiti da ARERA, cioè senza interessi, con rate di importo costante non inferiore a 20 euro e con una periodicità di emissione uguale a quella già applicata (bimestrale o mensile).

Modulo dichiarazione sostitutiva di atto notorio
———————————————————————————–

PRECEDENTI MISURE

Astea Energia, in recepimento delle ulteriori misure urgenti previste dalla delibera Arera 390/2023 a sostegno delle popolazioni interessate dalla situazione emergenziale data dall’alluvione del maggio 2023 in Emilia Romagna, Toscana e Marche, ha previsto la proroga fino al 31 ottobre 2023 delle agevolazioni riferite alla sospensione dei termini di pagamento e delle azioni di sospensione della fornitura a favore dei soli clienti titolari di forniture inerenti immobili che siano risultati compromessi nella loro integrità funzionale* a causa degli eventi alluvionali.

Per usufruire della proroga è necessario inviare il modulo sostitutivo di atto notorio, resa ai sensi dell’articolo 47 del d.P.R. 445/00, con la quale si comunica che l’abitazione e/o la sede sia risultata compromessa nella sua integrità funzionale* in conseguenza degli eventi alluvionali verificatisi nel mese di maggio 2023. La richiesta dovrà contenere indicazione del dato identificativo della fornitura (Codice Cliente/POD/PDR) e dovrà essere corredata di un documento identificativo del dichiarante in corso di validità.

Al termine del periodo di sospensione verrà applicata la rateizzazione automatica delle bollette oggetto di sospensione per un periodo minimo di 12 mesi senza interessi, secondo le modalità già previste dalla delibera 267/2023/R/com.

Ricordiamo comunque che è sempre possibile pagare fin da subito le bollette sospese se si desidera ridurre la spesa futura e rinunciare alla rateizzazione o richiedere un piano di rientro di durata inferiore.

A seguito degli eventi metereologici eccezionali che hanno colpito parte dei territori dell’Emilia Romagna, delle Marche e della Toscana nello scorso mese di maggio, Astea Energia informa tutti i propri clienti sulle misure straordinarie e urgenti che il Governo ha previsto con il D.L. 61/2023 per fronteggiare l’emergenza. Tali misure sono state recepite dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente con le delibere 216/2023/R/com e 267/2023/R/com.

In particolare è prevista:

  • la sospensione dei termini di pagamento delle bollette e di ogni altra richiesta di pagamento con scadenza a partire dal 1° maggio 2023 fino al 31 agosto 2023 (sono comprese le fatture relative ai corrispettivi previsti per nuovo allaccio, attivazione, disattivazione, voltura e subentro);
  • la sospensione delle chiusure per morosità per il periodo che va dal 1° maggio al 31 agosto;
  • la rateizzazione automatica senza interessi delle bollette non pagate a decorrere dal 1° settembre, in 12 mesi, con rate di importo costante non inferiore a € 20/cad. e periodicità pari alla periodicità di fatturazione. La rateizzazione non è prevista se l’importo complessivo da rateizzare è inferiore a 50 euro.

In ogni caso, qualora si preferisca contenere la propria spesa futura, è sempre possibile procedere comunque al pagamento degli importi sospesi o i cui termini di pagamento sono stati sospesi e rinunciare alla rateizzazione e/o richiedere un piano di durata inferiore.

Per comunicare eventuali modifiche di domicilio al fine del corretto recapito delle fatture o avvisi è possibile contattare il numero verde800 99 26 27


*Per “integrità funzionale” si intende la condizione di abitabilità di un immobile ovvero la sua idoneità ad accogliere persone nei locali, nel rispetto dell’igiene e della sicurezza.